CRONISTORIA DI ALCUNI RIFIUTI EDITORIALI DELL’ARTE DELLA GIOIA

15.90

Nel 1996, dopo aver regalato alla letteratura italiana uno dei suoi titoli migliori, L’arte della gioia, che mai poté vedere pubblicato, Goliarda Sapienza moriva nel generale silenzio. Nove anni più tardi quel romanzo enorme, denso e voluttuoso viene notato dalla Viviane Hamy di Parigi nell’edizione quasi clandestina di poche copie curata da Angelo Pellegrino. E questo repêchage quasi miracoloso salva L’arte della gioia dall’oblio eterno. Di lì a poco il riconoscimento internazionale dell’opera sancirà il suo valore.

Oggi, raccolte in volume, vedono la luce le lettere inedite di Goliarda, che ne ricostruiscono, in modo scrupolosamente filologico, le vicende editoriali, e quindi alcuni rifiuti del romanzo in Italia, riproducendone il materiale originale conservato nell’archivio della scrittrice etnea.

I documenti coprono un arco temporale che va dal 1978 al 1985. Dopo questa data, a parte qualche sporadico tentativo, l’impegno di Goliarda a pubblicare il romanzo cessò del tutto.

Cronistoria è un testo che intreccia in maniera inedita vita e letteratura, e mira a svelare uno dei buchi più clamorosi dell’editoria italiana, contribuendo così alla conoscenza di un’autrice-simbolo della letteratura contemporanea.

In appendice la cronologia bio-bibliografica a cura di Salvatore Asaro.

Categoria:

Informazioni aggiuntive

Autore

Goliarda Sapienza

Pagine

100

ISBN

9788864022796